Quindicenne violentata dal fratello
resta incinta e abortisce: condannata

Quindicenne violentata 
dal fratello resta incinta
e abortisce: condannata
È stata condannata a sei mesi di reclusione dopo essere stata violentata dal fratello. È la sorte toccata a una ragazzina indonesiana di 15 anni, che è rimasta incinta del sangue del suo sangue e ha deciso di abortire. 

Ragazzina 11enne violentata per mesi: «La ricattavano con i video hard»

Il fratello 18enne dovrà scontare, invece, una pena di due anni, secondo quanto ha dichiarato Singgih Hermawan, vice capo della polizia di Batanghari, nella provincia di Jambi. Durante il processo é emerso che la 15enne é stata violentata otto volte dallo scorso settembre.
Lo scorso maggio un feto con la testa decapitata é stato trovato vicino a una piantagione. La madre potrebbe essere incriminata per  avere aiutato la figlia ad abortire.

Episodi simili sono frequenti nel Sud Est asiatico. Recentemente una bambina indiana di 12 anni, con problemi all'udito, è stata salvata dai suoi aguzzini che per 7 mesi avrebbero abusato di lei ogni singolo giorno. La polizia per ora ha arrestato 18 persone, gli altri sospettati sono comunque ricercati. La bambina veniva filmata e minacciata e le veniva detto che se avesse parlato con qualcuno di quello che accadeva avrebbero diffuso i filmati.
Nessuno sospettava nulla, nemmeno la famiglia, nonostante il fatto che da diverse settimane ogni volta dopo la scuola tornava a casa molto tardi. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 22 Luglio 2018, 21:15 - Ultimo aggiornamento: 22-07-2018 21:37

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti