Usa, misteriosi malori per tre assistenti
di volo: l'aereo costretto a tornare a terra

Misteriosi malori per tre
assistenti di volo: l'aereo
costretto a tornare a terra
di Federica Macagnone
Volo senza fine per i 101 passeggeri che dall'aeroporto di Fort Lauderdale, in Florida, dovevano raggiungere le Barbados a bordo di un volo della JetBlue: ieri, dopo essere partito con cinque ore di ritardo, l'aereo sul quale viaggiavano è dovuto tornare indietro a causa di misteriosi malori che hanno colpito tre membri dell'equipaggio.

Il volo 385 sarebbe dovuto decollare alle 8 del mattino, ma ha lasciato la Florida solo alle 13.16. Dopo un'ora in quota, però, il comandante ha deciso di tornare indietro dopo che gli era stato segnalato che tre assistenti di volo si erano sentiti male: in particolare, due di loro avevano dei forti mal di testa, mentre il terzo era stato costretto a usare l'ossigeno. Una volta a terra l'aereo è stato evacuato e il Broward Sheriff Fire Rescue è salito a bordo per valutare cosa possa aver causato i malori. «Una volta che hanno lamentato i sintomi, l'aereo è tornato indietro - ha detto Mike Jachles, portavoce del Broward Sheriff Fire Rescue - Li abbiamo soccorsi, ci siamo assicurati che altre persone non si sentissero male e l'Hazmat team ha ispezionato il velivolo. Tuttavia non è stato trovato alcun materiale o sostanza pericolosa».

L'incidente è sotto inchiesta, mentre in un comunicato la JetBlue ha dichiarato che un solo membro dell'equipaggio si è sentito male, contrastando con la versione riferita dai soccorritori. Il velivolo, con un nuovo equipaggio, è decollato alle 19.08 alla volta delle Barbados.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 12 Agosto 2017, 13:34 - Ultimo aggiornamento: 12-08-2017 15:44

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO