Si spara colpi al torace, sopravvive
Finisce a processo per l'arma usata

Si spara colpi al torace
sopravvive ma finisce
a processo per l'arma usata
di Denis Barea
VAZZOLA  - Era probabilmente in preda ad un forte stato depressivo, causato da problemi familiari e anche personali, legati alle sue cattive condizioni di salute, quando ha deciso di imbracciare una pistola mitragliatrice Mp 40, cimelio della seconda guerra mondiale ma ancora perfettamente funzionante, e spararsi al torace per uccidersi. L'uomo, salvato solo grazie alla prontezza dei soccorsi, adesso però si ritrova indagato dalla Procura di Treviso con l'accusa di detenzione illegale di armi e munizioni di guerra.

L'EPISODIO
Il fatto è successo nel 2015. Il protagonista è un 50enne, con precedenti penali per rapina, residente a Vazzola. È un appassionato collezionista di armi, che detiene tutte con regolare permesso. Tutte fuorché una: la mitraglietta Mp40, la pistola mitragliatrice usata dai soldati dell'esercito tedesco nel corso della Seconda Guerra Mondiale. 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 23 Febbraio 2018, 10:29 - Ultimo aggiornamento: 23-02-2018 13:45

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO