Roma, incubo sui bus Cotral: infermiere
conficcava aghi di siringa nei sedili

Roma, incubo sui bus:
infermiere conficcava
aghi di siringa nei sedili
Conficcava aghi di siringhe sui sedili degli autobus Co.tra.l. impiegati sulla tratta Roma Ponte Mammolo-Subiaco. Un italiano di 58 anni, operatore sanitario presso un ospedale della Capitale, è stato denunciato a piede libero dai carabinieri della stazione di Subiaco con l'accusa di lesioni personali aggravate.

La vicenda e le indagini sono partite lo scorso mese di dicembre, dopo i ritrovamenti di aghi di siringa conficcati nei sedili. Nel corso dei vari sopralluoghi effettuati, i carabinieri hanno ricostruito che gli aghi venivano nascosti nelle sedute dei mezzi pubblici, con l'obiettivo di pungere gli ignari viaggiatori.

Le indagini, grazie ai servizi di osservazione e ai sistemi di videosorveglianza installati sugli autobus, hanno consentito ai carabinieri di risalire al 58enne, ritenuto l'autore del gesto. Durante le perquisizioni, delegate della procura di Tivoli, scattate nella sua abitazione e nello spogliatoio del luogo di lavoro, l'uomo è stato trovato in possesso di altri numerosi aghi da siringa e aghi cannula a farfalla, sui quali saranno effettuati accertamenti per verificare l'eventuale presenza di agenti infettivi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 14 Febbraio 2018, 08:09 - Ultimo aggiornamento: 14-02-2018 10:28

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO