«Non smette di piangere», papà uccide
di botte la neonata di 11 settimane

«Non smette di piangere»
Papà uccide di botte
la neonata di 11 settimane
ARCHDALE - Era stanco di sentirla piangere così l'ha scossa al punto da ucciderla.

Shamus Patrick King, un papà statunitense di 23 anni ha ucciso dentro la sua auto la figlia di soli 11 settimane, Harper Erin King, scuotendola e picchiandola fino a farle perdere i sensi perché non smetteva di piangere.





Secondo quanto riporta la stampa locale la bimba sarebbe stata trovata nell'auto in condizioni gravissime. A lanciare l'allarme è stato lo stesso genitore che ha bussato nella casa dei vicini dicendo che la figlia non si sentiva bene. Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi ma per la bimba non c'è stato nulla da fare ed è morta qualche giorno dopo essere stata ricoverata nell'ospedale di Archdale, nello stato della Carolina del Nord.

Gli esami successivi hanno confermato che il decesso sarebbe avvenuto a causa delle percosse, così è stato rintracciato e arrestato il padre. Ora l'uomo è in attesa di processo e rischia l'ergastolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Ottobre 2017, 19:35 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2017 20:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO