Neve e gelate in arrivo, il piano
delle ferrovie per evitare disagi

Neve e gelate in arrivo,
il piano delle ferrovie
per evitare i disagi
Neve in vista in particolare nel Nord Italia e così Trenitalia prepara le contromisure per tentare di evitare disagi ai viaggiatori.

 Meteo, neve e gelo sull'Italia. Ma a Natale arriva la bolla africana

In seguito al bollettino diramato dalla Protezione Civile, che segnala un peggioramento delle condizioni meteo a partire da domenica 16 dicembre, con nevicate e abbassamento delle temperature su gran parte del Nord Italia, le Ferrovie dello Stato hanno attivato la fase di allerta dei propri Piani neve e gelo. In particolare - si legge in una nota - in Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia sud occidentale, Emilia-Romagna e Alto Veneto. Il Gruppo FS ha avviato azioni per «monitorare costantemente l'infrastruttura, assicurarne l'efficienza e garantire così la mobilità delle persone».

Sono già attivi i Centri operativi territoriali nelle regioni interessate, coordinati dalle Sale operative centrali di Rete ferroviaria italiana e Trenitalia. Già in corso, inoltre, specifici controlli sull'infrastruttura e attività di monitoraggio sugli impianti ferroviari. Circa 250 persone tra operatori della circolazione, tecnici di RFI e delle ditte appaltatrici, oltre al personale previsto in servizio, sono pronte per intervenire in caso di necessità. Nelle prime ore di domani mattina verranno effettuate corse raschiaghiaccio.

Trenitalia, prosegue la nota, ha attivato misure tecniche e organizzative specifiche per garantire la regolarità del servizio, locomotive e treni diesel di soccorso pronti a intervenire. Potenziato anche il servizio di assistenza alle persone in viaggio con team dedicati, circa 100 addetti, nelle principali stazioni delle regioni colpite dall'ondata di maltempo, per fornire informazioni sulla riprogrammazione dei servizi di trasporto. FS Italiane invita i viaggiatori a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni anche attraverso i canali di informazione del Gruppo.

BARI, RINVIO PER BABBO NATALE
Causa maltempo è stata rinviata a domani sera, domenica 16 dicembre alle ore 17.30, l' inaugurazione del Villaggio di Babbo Natale allestito in piazza Umberto, a Bari. Lo rende noto un comunicato del Comune. In piazza, insieme a tanti piccoli cittadini, il sindaco Antonio Decaro attenderà l'arrivo di Babbo Natale che da domani incontrerà i bambini tutti i giorni fino al 24 dicembre presso la casetta allestita nell'area.

LE PREVISIONI

È allerta gelo in tutta Italia, dove già oggi si fanno i conti con crollo delle temperature al Centro-Sud mentre al Nord è attesa neve a partire da domani, dal Piemonte fino alle aree di pianura di Veneto e Emilia Romagna. Sono gli effetti della perturbazione atlantica, la n.7 di dicembre precisano dal Centro Epson Meteo, in avvicinamento da Ovest. Ad annunciare il ritorno del maltempo sulla Penisola è li Dipartimento della PRotezione civile che ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse.

L'avviso prevede, in particolare, dalla mattinata di domani nevicate da deboli a moderate, fino a quote di pianura, su Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna. Dal pomeriggio le nevicate - da deboli a moderate - si estenderanno alle zone interne della Liguria e sulla Toscana orientale a quote superiori ai 300-500 metri e al di sopra dei 400-600 metri interesseranno le Marche, con quota neve in ulteriore abbassamento fino a 100-300 metri nel corso della notte. Dalla serata, infine, si prevedono nevicate da deboli a moderate, al di sopra dei 400-600 metri, su Abruzzo ed Umbria. Il Piemonte dovrebbe registrare per primo gli effetti della nuova perturbazione atlantica. Secondo l'avviso emesso da Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) è allerta gialla per la neve sulle zone appenniniche del Piemonte, ma sarà imbiancata anche Torino, soprattutto nelle zone collinari. Anche la Smi (Società Meteorologica Italiana) prevede neve o nevischio a Torino, con possibili lievi depositi nella città della Mole. In Liguria è scattata l'allerta gialla con attesa di pioggia sulla costa e neve nell'entroterra.

Codice giallo per neve e ghiaccio domani in Toscana, dove zona interessata dal maltempo è molto ampia e abbraccia tutte le aree centro-settentrionali e orientali. Sulle zone interne è possibile la locale presenza di ghiaccio, talvolta anche a quote di pianura.

Mentre a Venezia, rendono noto la Centrale operativa della Polizia locale e la Protezione civile del Comune, è scattato lo stato di preallerta per possibili nevicate e gelate, a partire dalle ore 15.00 di domani.

Scendendo lunga la costa adriatica, è allerta meteo di colore giallo per neve, dalla mezzanotte di oggi a quella di domani, sull'Emilia-Romagna ad esclusione delle coste dove l'allerta è di colore verde. A Campobasso e nelle zone collinari del medio Molise già si fanno i conti, da questa mattina, con una leggera nevicata. Con allerta gialla per piogge sul settore orientale e sulla costa con venti forti da nord e mare molto mosso. Idem domani con tempo perturbato con precipitazioni a carattere nevoso a partire dalla seconda parte della giornata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 15 Dicembre 2018, 20:46 - Ultimo aggiornamento: 15-12-2018 22:02

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO