Morde le ginocchia della ex che non
vuol tornare da lui. «Te le spezzo»

Morde le ginocchia della ex
che non vuol tornare
da lui: «Te le spezzo»
Per riconquistare la ex non la ha lesinato di perseguitarla fino ad essere arrestato lo scorso dicembre. E' successo a Lanciano (Chieti). Ora c’è la condanna patteggiata, con sconto di pena, per A.I. (33) di Palombaro, a cui ieri il gup Marina Valente ha inflitto un anno di reclusione, pena sospesa, e annullamento dell’obbligo di dimora. L’uomo, difeso dall’avvocato Alderico Di Giovanni, era accusato di stalking. Secondo le accuse della procura avrebbe minacciato e molestato la ex dopo l’interruzione del rapporto il primo dicembre 2017. L’imputazione dice che le ha morso le ginocchia perchè intendeva spezzargliele, l’ha presa a schiaffi, ha dormito in macchina per due settimane sotto casa della donna, tempestata anche telefonate ed sms, seguita sul lavoro e spiata anche di notte, inseguita in auto per costringerla a fermarsi. E poi minacce di morte contro la ex e chi avrebbe frequentato e persino lo spettro della pubblicazione di foto intime. La donna, patrocinata dall’avvocato Luca Scaricaciottoli, costretta a vivere con le tapparelle abbassate e alla fine indotta persino ad abbandonare casa e a non frequentare più amici.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Marzo 2018, 09:17 - Ultimo aggiornamento: 13-03-2018 10:49

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO