Ciclista in ospedale con un coltello
conficcato in testa: «C'è un dottore libero?»

«C'è un dottore libero?»
Ciclista in ospedale
col coltello conficcato in testa
Un ciclista sopravvive ad un accoltellamento e poi si presenta in ospedale con la lama conficcata in testa e, in modo incredibilemente calmo, chiede : «C'è un dottore libero?». Non è la scenggiatura di un film horror, ma è quanto è accaduto in Sud Africa al 34enne Shaun Wayne, che ha letteralmente scioccato gli uomini della reception, quando l'hanno visto entrare in una stanza piena di pazienti in quelle condizioni. 





Il violento attacco all'uomo è stato fatto da una gang che gli ha rubato la bicicletta. Shaun si è battuto per difendere la sua bici e, dopo essere stato accoletellato alle testa, se ne è andato da solo, "tranquillamente", all'ospedale. 
«È stato a dir poco drammatico vederlo con il coltello che penzolava da un lato della sua testa, ma lui era incredibilmente calmo e lucido anche stava sanguinando molto», ha raccontato uno dei medici che l'ha soccorso.
«L'uomo è stato molto molto fortunato - continua il medico - la lama non ha toccato i punti vitali»
 
Un suo amico: Friend Carl Block, ha scritto su Facebook:
«Ero con lui dal dottore. Lui è arrivato a piedi da solo ed ha chiesto gentimente se ci fosse un dottore libero. Quest'uomo è incredibile, lo consoco da 5 anni e dopo quello che è successo non sono riuscito a dormire ed ho passato la notte a piangere. Vi supplico di pregare per Shaun».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 21 Novembre 2018, 18:16 - Ultimo aggiornamento: 21-11-2018 18:43

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO