Trieste, calci e pugni alla convivente
poi la chiude in casa: arrestato 36enne

Calci e pugni alla convivente
poi la chiude in casa
arrestato 36enne
TRIESTE - Ha colpito ripetutamente con pugni e calci la propria compagna e poi l'ha chiusa a chiave in casa, impedendole di uscire. Artefice dell'incubo, un 36enne triestino che i carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato per maltrattamenti e sequestro di persona. Nel pomeriggio, al rientro in casa dell’uomo, la donna ha tentato di fuggire dall’appartamento, ma è stata raggiunta sul pianerottolo e percossa nuovamente.

I vicini di casa, allarmati dalle grida di aiuto, hanno chiamato il 112. I Carabinieri, giunti nell’abitazione della coppia dopo pochi minuti, hanno trovato la donna, visibilmente scossa, che presentava evidenti segni di percosse sul volto. Dopo aver chiesto l’intervento dei sanitari per prestare le prime cure, i Carabinieri hanno ricostruito la dinamica dei fatti e delineato la lunga storia delle violenze subite dalla donna, che, nelle numerose precedenti occasioni, per timore di ripercussioni maggiori, non aveva mai presentato querela nei confronti del compagno. La donna è stata successivamente ricoverata presso l’Ospedale di Cattinara, dove ha passato la notte in osservazione, per poi essere messa in contatto anche con un Centro Antiviolenza. Il 36enne è rinchiuso nel carcere del Coroneo.
 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 9 Novembre 2018, 17:18 - Ultimo aggiornamento: 09-11-2018 17:41

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO