Bufera di neve a Istanbul,
500 passeggeri italiani bloccati in aeroporto

Bufera di neve a Istanbul,
500 passeggeri italiani
bloccati in aeroporto
ISTANBUL - Diverse centinaia di italiani, almeno 500 secondo il Corriere della Sera, sono bloccati all’aeroporto Ataturk di Istanbul dopo la fortissima nevicata che si è abbattuta sulla città turca da venerdì e per tutto il weekend. Un avvocato toscano, Pina Biagini, ha raccontato all’agenzia Agi dei disagi che stanno vivendo lui e gli altri connazionali bloccati in aeroporto: «Siamo bloccati come profughi, abbiamo paura, in questo aeroporto dei terroristi hanno compiuto un massacro di pendolari come noi - ha detto - siamo disperati, qui è il caos. L’unica cosa che ti garantiscono è l’hotel per dormire la notte, ma per motivi di sicurezza non ci riconsegnano i bagagli, siamo dovuti andare in giro per Istanbul a comprarci dei vestiti».

«Abbiamo cercato di contattare l’ambasciata - continua - ma ci hanno detto che non ci sono voli e siamo quindi costretti a restare qui: nessun volo nemmeno per domani, e noi siamo in balia di nessuno, con una paura che ti fa tremare. Speriamo che da Roma qualcuno si passi la mano sulla coscienza e ci dia la possibilità di tornare a casa».

LA BUFERA DI NEVE Sono ormai diverse centinaia i voli cancellati a causa del maltempo presso gli aeroporti di Istanbul, città turca che per il quarto giorno consecutivo è alle prese con quella che il sindaco Kadir Topbas ha definito come «la più grande nevicata degli ultimi sette anni». La Turkish Airlines ha annunciato per oggi la cancellazione di 227 voli interni e internazionali dagli aeroporti Ataturk, sul lato europeo, e Sabiha Gokcen, sul lato asiatico.

I voli da e per l'aeroporto Ataturk restano sospesi fino alle 12 di domani. Fino a ieri, erano oltre 600 i voli della Turkish Airlines cancellati. La situazione ha causato notevoli disagi, soprattutto per i passeggeri dei voli internazionali che dovevano rientrare in patria dopo un periodo di vacanza nella città sul Bosforo. La compagnia di bandiera e l'Autorità nazionale per gli aeroporti (Dhmi) hanno consigliato a tutti i passeggeri di monitorare la situazione dei loro voli sul Web o tramite i call-center, prima di recarsi in aeroporto. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 9 Gennaio 2017, 20:17 - Ultimo aggiornamento: 09-01-2017 20:18

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO