La bistecca invecchiata più di un anno: gusto
di tartufo, prezzi salati. Ecco dove mangiarla

La bistecca invecchiata
più di un anno: gusto tartufo,
prezzi salati. Dove mangiarla
Un piatto decisamente pregiato e che è destinato a suscitare molta curiosità tra gli amanti della carne: da qualche giorno, in tutto il mondo, si parla molto di una bistecca molto particolare, con un gusto decisamente unico. La sua caratteristica principale? La carne viene lasciata invecchiare per 380 giorni, praticamente un anno e due settimane, con la tecnica del dry-aging.




Il processo, lungo e complesso, dell'invecchiatura della carne consiste nel lasciarla nei suoi succhi e in una busta sottovuoto, ad una temperatura costante. Questo processo farà sì che un'enzima rompa le fibre e crei amminoacidi capaci di conferire un gusto molto particolare alla carne.

Finora, il dry-aging ha consentito di gustare carne invecchiata fino a 150 giorni. Adam Perry Lang, un cuoco statunitense, è però riuscito a battere questo record. Nel ristorante che porta le sue iniziali, l'APL di Los Angeles, la bistecca invecchiata più di un anno è diventata subito l'osservata speciale. A parlarne sono sia i media locali, come il Los Angeles Times, sia quelli europei, come l'Independent.

Secondo Adam Perry Lang, che ha descritto il suo nuovo prodotto di punta, la carne invecchiata più di un anno ha un odore di foie gras se al sangue e di tartufi se ben cotta. Gli amanti della carne e della cucina creativa saranno senz'altro incuriositi da questo piatto, ma oltre ad approdare a Los Angeles occorre pagare una bella cifra: una bistecca di questo tipo, alta quasi quattro centimetri, costa 150 dollari (circa 132 euro).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 23 Gennaio 2019, 12:18 - Ultimo aggiornamento: 23-01-2019 14:25

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO