San Benedetto, pennello e volontà
Muzi cancella gli obbrobri dei writer

Pennello e buona volontà
Muzi cancella gli obbrobri
Dal consigliere lotta degrado
SAN BENEDETTO - Lotta agli imbrattamuri: armato di pennello e buona volontà, il consigliere comunale Stefano Muzi passa all’azione. Domenica scorsa, l’esponente di Forza Italia ha dedicato qualche ora del suo tempo libero per contribuire a ritinteggiare del colore originario le pareti esterne dei bagni pubblici di via Pasqualetti: imbrattate da scritte e graffiti.«Ancor prima come cittadino - ha spiegato il consigliere Muzi - ritengo la battaglia contro il degrado dei beni pubblici una priorità per una realtà ad intensa vocazione turistica come San Benedetto. Questo gesto simbolico é stato compiuto nell’ottica della diffusione del senso civico, all’insegna del principio costituzionale di sussidiarietà. Ora spero che le pareti possano rimanere pulite a lungo». Il giovane azzurro non è nuovo a queste iniziative. Nel 2015, infatti, con una delegazione giovanile dei Club di Forza Italia, Muzi organizzò una giornata all’insegna del decoro urbano, in cui furono rimossi (principalmente da viale Moretti e da via Mare) adesivi e locandine pubblicitarie abusive, affisse sui pali della luce o sulle centraline elettriche.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Aprile 2018, 06:35 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2018 06:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO