Ascoli, raffica di furti nel centro
di scooter di piccola cilindrata

Raffica di furti nel centro
di scooter di piccola cilindrata
specie nelle ore notturne
ASCOLI -Presi di mira dai ladri ad Ascoli sono stati, negli ultimi giorni, soprattutto i ciclomotori.  Ma la particolarità sta nel fatto che l’obiettivo è soprattutto un particolare modello: lo Scarabeo 50 dell’Aprilia, ancor più appetiti i ciclomotori più vecchi. Sono nell’ultima settimana, infatti, almeno tre scooter con queste caratteristiche sono spariti durante la notte nelle vie del centro cittadino. A lasciare senza parole i proprietari che al mattino non hanno più trovato i propri ciclomotori è che altri modelli più nuovi e di cilindrata anche superiore che si trovavano nelle vicinanze non siano stati assolutamente presi di mira. Due le ipotesi che al momento appaiono essere le più accreditate. La prima è che i ciclomotori vengano rubati per poi essere rivenduti soprattutto all’estero dove potrebbero circolare più liberamente senza correre il rischio - come avverrebbe in Italia - di finire sotto la lente delle forze dell’ordine che attraverso il numero di targa o di telaio potrebbero accedere alle banche dati per verificare immediatamente i dati del proprietario e constatare se il ciclomotori risulti oppure no rubato. L’altra ipotesi - anche questa percorribile - è quella che lo scooter possa essere stato rubato da una banda specializzata che nell’arco di poche ore dal furto provvede a smontare il ciclomotore e a rivendere i pezzi come ricambi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 9 Settembre 2017, 06:05 - Ultimo aggiornamento: 09-09-2017 06:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO