Diabolico cocktail di alcol e medicinali
Il cuore di mamma Katy non ha retto

Diabolico cocktail di alcol
e medicinali: il cuore
di mamma Katy non ha retto
ASCOLI - Katy Moretti Fratellini non è morta per aver assunto sostanze stupefacenti. L’autopsia ha infatti evidenziato che l’arresto cardiocircolatorio che ha causato la morte della donna con ogni probabilità è stato conseguente ad un eccesso di alcol accompagnato da alcuni medicinali. Un cocktail micidiale che non ha dato scampo alla vittima che ha avvertito il malore mentre si trovava a letto. Si è alzata dirigendosi nel bagno forse per trovare sollievo, ma forse ormai il suo fisico era giunto allo stremo. Dalla prima ricognizione cadaverica i medici legali hanno potuto riscontrare l’assenza sul corpo della quarantunenne di segni di violenza ed anche che la caduta sul pavimento non è stata repentina, ma la donna ha potuto attutirla mettendo le mani avanti.

Solo fra due mesi circa il sostituto procuratore della Repubblica, Lorenzo Destro, titolare del caso, verrà a conoscenza dei risultati che emergeranno dagli esami, che saranno effettuati dal dottor Froldi di Macerata, dei liquidi organici prelevati dai medici legali nel corso dell’autopsia. Comunque la cosa che più di ogni altra interessava sapere al magistrato era che Katy Moretti Fratellini fosse deceduta per cause naturali e non in conseguenza di un’azione violenta. Al momento, tra l’altro, le due persone presenti nell’appartamento non risultano iscritte nel registro degli indagati. Verranno comunque sentite in Procura. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 11 Febbraio 2018, 05:05 - Ultimo aggiornamento: 12-02-2018 10:56

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO