Ascoli, il Comune ci riprova: caccia
ai furbetti delle 8mila multe mai pagate

Il Comune ci riprova:
caccia ai furbetti delle 8mila
multe mai pagate
ASCOLI - L’Arengo ci riprova e fa scattare nuovamente la caccia ai debitori per multe non pagate. Un’ondata di avvisi di accertamento, che riguarderebbero circa 8000 infrazioni andate a vuoto, dal punto di vista degli introiti per l’ente, con una somma da incassare di circa 650 mila euro. Un vecchio problema che si ripresenta, dunque: recuperare i soldi delle multe non pagate, nel caso specifico degli ultimi avvisi relative a circa tre anni fa, trattandosi di contravvenzioni del secondo semestre del 2015 e del primo semestre del 2016. Con la predisposizione di questi migliaia di avvisi per il recupero delle somme non pagate relative a contravvenzioni al codice della strada, si riapre una ulteriore fase della caccia ai debitori. Debitori che, in molti casi, non hanno nulla da perdere e quindi ignorano del tutto le sanzioni, oppure, nel caso di automobilisti di altre città multati ad Ascoli, non si preoccupano di saldare il dovuto una volta rientrati nelle zone di provenienza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 9 Agosto 2018, 11:08 - Ultimo aggiornamento: 09-08-2018 11:08

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO