Ascoli, il Tribunale perde pezzi
Addio alla sezione fallimentare

Il Tribunale perde pezzi
Addio alla sezione fallimenti
Commercialisti in rivolta
ASCOLI - Grosse nubi si stanno addensando sulla sezione fallimentare del Tribunale di Ascoli, che rischia, con molta probabilità, di essere soppressa. L’allarme arriva dall’Ordine dei commercialisti di Ascoli. «C’è una legge che andrà in discussione in Senato nei prossimi giorni – ha spiegato Carlo Cantalamessa, presidente dell’Ordine – e che prevede la soppressione delle sezioni fallimentari dei Tribunali che hanno meno di trenta giudici. È il caso di Ascoli che in questo modo vedrà scomparire la sezione fallimentare. Un’altra istituzione che il capoluogo rischia di perdere con gravi conseguenze per la collettività. Insomma, sarebbe un totale svilimento di una funzione importante e avremmo in questo modo un Tribunale di serie B». Contraccolpi, che Carlo Cantalamessa elenca «in gravi conseguenze per le imprese che si vedrebbero private di specialisti nel settore, senza contare che la nomina dei Ctu, dei curatori fallimentari e degli amministratori giudiziari sarebbe competenza del Tribunale che comprenderà anche la sezione fallimentare». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 11 Ottobre 2017, 05:05 - Ultimo aggiornamento: 11-10-2017 05:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO