Ascoli, ha accolto i carabinieri
con un bastone in mano, arrestato

Accoglie i carabinieri
con un bastone in mano
Arrestato un ristoratore
ASCOLI - Al termine del rito direttissimo celebrato davanti al giudice Marco Bartoli del tribunale di Ascoli, il giudice, dopo aver convalido l’arresto di un ristoratore cinquantenne di Valle Castellana, N. C., assistito dall’avvocato Valeria De Santis, arrestato nella giornata di venerdì scorso per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, accogliendo in toto la richiesta del pubblico ministero Gennaro Cozzolino, ha imposto che l’imputato debba presentarsi giornalmente presso la caserma dei carabinieri del paese abruzzese con l’obbligo di firma. 
In esecuzione di un’ordinanza emessa dal tribunale dei minorenni di L’Aquila, le assistenti sociali si sono recate nell’abitazione dell’uomo per prelevare il figlio di cinque anni che da qualche tempo viveva con lui. La madre del piccolo aveva presentato denuncia al tribunale dei minorenni chiedendo il riconoscimento del diritto a tenerlo con sé. N. C. si è opposto a consegnare il bambino alle assistenti sociali le quali sono state costrette a richiedere l’intervento dei carabinieri. Quando quest’ultimi sono giunti sul posto l’uomo, brandendo un bastone, li ha diffidati ad avvicinarsi. Durante l’interrogatorio di garanzia ha riferito che aveva preso in custodia il bambino in quanto temeva che la madre non fosse in grado di poter provvedere alle esigenze del loro figlio in quanto priva di reddito e di una casa dove poter far vivere il bambino il quale, però, è stato ugualmente assegnato alla donna. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 11 Febbraio 2018, 06:55 - Ultimo aggiornamento: 11-02-2018 06:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO