Tenta di buttarlo fuori strada
lo affianca e lo colpisce in faccia

Tenta di buttarlo fuori strada
prima lo affianca e poi
lo colpisce in faccia
TRECASTELLI - Far west sulle strade di Trecastelli sabato sera, scatenato da un sorpasso azzardato. A scongiurare il peggio la prontezza di un addetto alla vigilanza di un centro commerciale di Jesi, testimone dell’accaduto. «Stavo tornando a casa - spiega Fabrizio Capilupo –, quando ho visto un’automobilista che cercava di buttare fuori strada, affiancandola, un’altra auto. Ero dietro ai due ed ho chiamato subito i carabinieri. Mentre ero al telefono con loro, per spiegare cosa stesse accadendo, l’automobilista ha bloccato l’altra auto e ho visto che dal finestrino ha fatto volare gli occhiali dell’altro conducente».

 

L’ha colpito in volto. Forse uno schiaffo. Il testimone ha sentito le urla, poi gli occhiali volare ed è quindi sceso dall’auto. Vedendolo in divisa, rientrava dal lavoro, il conducente fumantino ha pensato bene di risalire in auto, dandosi alla fuga verso via dei Tigli. È accaduto lungo la provinciale 14 all’incrocio con via Croce, sulla strada che porta a Castel Colonna. L’auto in fuga è un’Audi A4 grigio metallizzato. Diversi minuti prima la vittima aveva lampeggiato all’aggressore, che aveva fatto un sorpasso pericoloso. «In via della Sorgente l’aggressore ha superato la vittima – prosegue il testimone – che, vista la manovra azzardata, ha lampeggiato con gli abbaglianti. Una reazione che ha scatenato l’ira dell’aggressore, diventato una mina vagante». Da quel momento avrebbe infatti iniziato a tagliare la strada alla vittima, creando scompiglio tra gli altri veicoli in transito, fino a bloccargli la strada per costringerlo a fermarsi. L’uomo preso di mira, residente nella zona, se l’è vista brutta. Impaurito non è sceso dall’auto ma ha abbassato il finestrino per cercare di calmare l’aggressore che ha continuato, fino a fargli volare gli occhiali. All’addetto alla sicurezza, corso in suo aiuto, ha riferito di essere reduce da un intervento al cuore. Ha temuto che per lo spavento non avrebbe retto. Per fortuna però, a parte lo choc, sta bene. Ora è caccia all’automobilista. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 10 Dicembre 2018, 06:55 - Ultimo aggiornamento: 10-12-2018 06:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO