Imprenditore condannato per un maxi giro
di usura: assoluzione per 14 persone

Imprenditore condannato
per un maxi giro di usura
Assolte altre 14 persone
SENIGALLIA - Quindici imputati, una sola condanna. È questo l’esito del processo che si è concluso ieri pomeriggio al quinto piano del tribunale e derivato dall’operazione Aspromonte, portata avanti sul campo dai militari del Gico della Guardia di Finanza e coordinata dal pm Rosario Lioniello. L’unico a non uscire indenne dall’inchiesta è stato Giuseppe Ioppolo, 50enne imprenditore edile di origine calabrese accusato di usura e di aver costituto piccole società impiegate per la compravendita fittizia di beni immobili e per compiere trasferimenti fraudolenti di denaro. 

Il tutto con l’aggravante di aver avuto contatti con un presunto affiliato di una cosca Franconieri, legata all’Ndrangheta. L’uomo, difeso dall’avvocato Corrado Canafoglia, è stato condannato a tre anni e sei mesi di reclusione. Per lui, la procura aveva chiesto una pena di sei anni. Assolti da tutte le accuse gli altri quattordici imputati: Michele e Salvatore Auddino, Giuseppe Macrì, Luciano Cantafio, Catia De Luca, Domenico Demasi, Francesca Fossari, Giuseppe Antonio Fossari, Felice Galluccio, Maria Cristina Gullo, Michele Ioppolo, Amedeo Pasqualone e Domenico Vomero. Assolta anche Federica Ioppolo, figlia di Giuseppe e l’unica per cui il pm aveva chiesto l’assoluzione durante la requisitoria. 
La condanna per il 50enne calabrese è arrivata per un solo episodio di usura (perpetrato secondo l’accusa ai titolari di una ditta edile di Fano) e per la contestazione legata al fatto di aver costituito imprese intitolate a prestanome finalizzate per simulare la compravendita di cespiti immobiliari. Per il 50enne, però, è caduta l’aggravante del metodo mafioso per entrambi i capi d’imputazione rimasti in piedi. Non è escluso che la procura possa appellare la sequela di assoluzioni decretate dal collegio penale. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 12 Ottobre 2018, 08:40 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2018 08:40

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO