Catturato lo spacciatore della movida
Pub e sballo, era il fornitore dei giovani

Catturato lo spacciatore
della movida: pub e sballo
era il fornitore dei giovani
SENIGALLIA - In carcere il pusher della movida, arrestato dalla polizia che lo ha portato a Montacuto. Sarà la sua residenza provvisoria per un anno. P. C., 45enne senigalliese disoccupato, per diverso tempo è stato un punto di riferimento tra i giovani senigalliesi, e non solo, per la spaccio di stupefacenti, in particolare marijuana e eroina, specie in prossimità di locali pubblici e durante i fine settimana. 

I poliziotti del Commissariato di Senigallia, diretto dal vicequestore aggiunto Agostino Maurizio Licari, dopo approfondite verifiche, nel 2015 avevano scoperto la sua attività di spaccio, notando un via vai di tossici nella sua abitazione dove il 10 giugno 2015 era scattata una perquisizione con l’unità cinofila. Dopo aver avuto la certezza dell’illecita attività svolta, i poliziotti avevano effettuato la perquisizione presso l’abitazione, trovandolo in possesso di oltre 120 grammi di marijuana e di circa 10 grammi di eroina. Avevano sequestrato anche del denaro ritenuto provento dell’attività illecita. Era stato arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio e poi, mentre attendeva la sentenza ai domiciliari, condannato dal Tribunale di Ancona. Non pago dell’arresto e della condanna subita, l’uomo dopo poco aveva ripreso le attività di spaccio sempre tra i giovani in luoghi prossimi ai locali pubblici. La ripresa dell’attività non era sfuggita agli agenti di polizia che avevano ricominciato a monitorarlo. Dopo diversi accertamenti i poliziotti avevano scoperto che il 45enne, forse per eludere i controlli, aveva spostato la sua attività anche nell’entroterra anconetano, dove aveva cominciato a farsi conoscere per le sue illecite attività. 

Gli agenti la scorsa estate hanno proceduto a nuove verifiche. Trovato in possesso di circa 30 grammi di eroina è stato nuovamente arrestato. Di seguito a tali fatti, giovedì il pusher è stato raggiunto da un ordine di carcerazione da parte della Procura della Repubblica di Ancona che ne ha disposto il trasferimento a Montacauto per scontare la pena. Gli agenti del Commissariato hanno provveduto immediatamente ad eseguirla, conducendo l’uomo nella casa circondariale dove dovrà rimanere per circa un anno
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 15 Aprile 2018, 06:45 - Ultimo aggiornamento: 15-04-2018 06:45

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO