La riempe di schiaffi e calci in strada
e poi la minaccia: «A casa ti violento»

La riempe di schiaffi e calci in strada
e poi la minaccia: «A casa ti violento»
di Sabrina Marinelli
SENIGALLIA - «Adesso ti porto a casa, ti violento e ti faccio male fino a farti venire il sangue». Sono le parole che un 52enne senigalliese, alla sbarra per stalking, tentata violenza sessuale, lesioni personali e danneggiamento, ha rivolto all’ex. Riguardano l’episodio più grave, avvenuto nell’estate del 2016, che ha segnato la rottura del rapporto.
La vittima, una 40enne senigalliese, ha ripercorso giovedì in aula l’escalation di aggressioni fisiche e psicologiche subite oltre ai pedinamenti. Una relazione pericolosa, offuscata dalla gelosia dell’uomo, andata avanti fino all’ultimo episodio che per lei ha segnato il punto di non ritorno. Assistita dall’avvocato Domenico Liso, la 40enne ha ricordato come una sera, all’uscita da un ristorante, l’ha presa a calci nel sedere, tirata per i capelli per poi scaraventare a terra il cellulare, fino a romperlo. Sempre a calci l’aveva obbligata ad entrare in casa, un’abitazione nel quartiere del Vivere Verde.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 19 Gennaio 2019, 04:05 - Ultimo aggiornamento: 04:05