Coppia nigeriana prende a schiaffi
le insegnanti davanti ai bambini

Gli tolgono la patria potestà,
vanno all'asilo e prendono
a schiaffi le maestre
OSTRA VETERE - Le maestre dell’asilo prese a schiaffi ieri mattina da una coppia di rifugiati. È accaduto nella scuola d’infanzia Luca Lombardi di via Soccorso. Ai coniugi nigeriani, accolti come rifugiati politici in una struttura ricettiva di Ostra Vetere, i servizi sociali hanno tolto la patria potestà del figlio di 6 anni. Lei troppo violenta, lui spesso ubriaco. A farne le spese era sempre il minore che è stato affidato ai servizi sociali.

La decisione non è stata accolta in maniera positiva dai due migranti che ieri mattina, accompagnati da altri connazionali, si sono recati a scuola per riprendersi il bambino. Alla loro vista il bambino è stato allontanato proprio per evitare che potesse accadergli qualcosa di male. Non contenti però marito e moglie hanno iniziato a prendere a schiaffi e spintonare prima le maestre poi anche l’assistenta sociale, nel frattempo intervenuta nel disperato tentativo di farli ragionare. Il tempismo dei carabinieri ha permesso di scongiurare il peggio. L’uomo è stato caricato in macchina e portato in caserma.

La donna, incontenibile nella sua aggressività, è stata fatta salire in ambulanza. Con un trattamento sanitario obbligatorio è stata portata all’ospedale di Senigallia e ricoverata in psichiatria. Al termine della procedura il marito è stato allontanato dalla struttura, in attesa che la Prefettura, informata dai carabinieri, decida ulteriori provvedimenti. Stessa sorte che attenderà la donna non appena verrà dimessa dall’ospedale. Entrambi troppo pericolosi per restare ad Ostra Vetere.

La notizia si è diffusa solo nel tardo pomeriggio quando i bambini presenti hanno sciolto il silenzio, iniziando a raccontare a casa l’accaduto. Qualcuno si è messo a piangere. Tutti erano sconvolti. I genitori hanno iniziato ad incalzarli di domande per farsi spiegare cosa fosse accaduto e poi si sono chiamati tra di loro per confrontare le versioni. Tutte combaciavano. Si sono rivolti al consigliere comunale Luca Marini che, dopo aver verificato l’accaduto con i carabinieri, ha preparato una interrogazione che venerdì presenterà in consiglio comunale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 21 Marzo 2017, 05:25 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2017 19:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO