Osimo, il pusher dei bagni pubblici
aiutava i bambini ad attraversare

Lo spacciatore dei bagni
pubblici aiutava
i bambini ad attraversare
OSIMO - Era stato anche mandato a gestire il passaggio pedonale davanti alle scuole durante l’orario di entrata e uscita. Ed è lì che avrebbe preso i contatti con i suoi potenziali clienti, ai quali poi spacciare droga nei bagni pubblici sotto il loggiato. Emergono nuovi dettagli sull’arresto del napoletano di 58 anni, residente a Osimo dal 2008, che da qualche tempo era diventato custode dei bagni pubblici del Comune, in via San Francesco.

Il servizio da anni viene affidato dall’amministrazione comunale ad una associazione che impiega anziani o disoccupati. In passato era Noi Anziani ad occuparsene, facendoci lavorare i propri volontari dietro piccoli rimborsi spesa. Dopo la chiusura di Noi Anziani, appiedata da indagini e maximulte, il Comune ha scelto la Auser per svolgere alcuni servizi, compresa la custodia dei bagni e l’attraversamento pedonale davanti alle scuole.
«L’arresto è stato convalidato – ha detto ieri il capitano dei carabinieri di Osimo Raffaele Conforti - in quanto l’uomo nonostante l’apparente discrezione e tranquillità è ritenuto socialmente pericoloso per i suoi precedenti e la recidiva entro i 5 anni, ora continuiamo a indagare per capire se ha sfruttato il suo incarico davanti alle scuole per adescare i clienti e se ha complici. Di certo Auser è estranea a ogni fatto e ignara di quanto succedeva ai bagni pubblici».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Maggio 2017, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 19-05-2017 09:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO