Osimo, città blindata e in festa
La carovana rosa attesa alle 17

Osimo blindata e in festa
La carovana rosa alle 17
Un giorno da ricordare
  OSIMO - Sarà una città blindata, in parte paralizzata, ma in grande festa. Dopo 24 anni Osimo riabbraccia un arrivo di tappa del Giro d’Italia, il secondo evento di ciclismo al mondo dopo il Tour de France. Il 23 maggio 1994 a trionfare correndo sul pavé di corso Mazzini fino al traguardo di piazza Boccolino fu Moreno Argentin, per la sua ultima vittoria da professionista. Ma quella fu una tappa, la Bologna-Osimo, molto diversa.

 

Quella di oggi, la Assisi-Osimo, sarà molto più impegnativa, perché prevede diverse salite, come il Passo del Cornello sui Sibillini, il Valico di Pietra Rossa a Cingoli ma anche Filottrano e poi Villa, Borgo e via Olimpia negli ultimi 10 chilometri tutti osimani. La task force richiesta dalla Prefettura e coordinata dal commissariato di polizia di Osimo è ingente, mai vista prima nella città dei “senza testa”. Oltre 100 i volontari in servizio, assieme a 40 vigili urbani (alcuni in prestito da Castelfidardo, Camerano, Loreto e Recanati), più decine di poliziotti, carabinieri e finanzieri, ma anche tre mezzi dei pompieri e sei ambulanze disposte lungo il percorso di gara nella sola Osimo e che monitoreranno ogni incrocio.

Ovviamente stravolta la viabilità. Non solo nel centro storico dentro le mura, che sarà off limits dalle 8,30 alle 18. Anche le vie limitrofe dove passerà la carovana avranno le stesse limitazioni, come via Costa del Borgo, via Fonte Magna, via Olimpia, via Battisti e Largo Trieste, dove sono state installate da ieri sera le transenne a salvaguardia di spettatori e ciclisti. Chiusa via Cialdini, dove non transiterà il Giro, in quanto indicata dalla polizia locale come via d’emergenza e per la sosta dei mezzi Rai, che manderà in diretta la gara dalle 14. Altre vie d’emergenza indicate dall’ordinanza comunale sono via Zara, via Guasino e via Leopardi (zona ospedale): qui i residenti e i mezzi di soccorso, in caso di estrema necessità, potranno transitare scortati dalle forze dell’ordine. Le altre strade periferiche coinvolte dal passaggio della carovana rosa (via Jesi, via Striscioni, via Chiaravallese, via Guazzatore, via don Sturzo e via Marco Polo) saranno chiuse completamente solo a partire dalle 14. È in quest’orario che è previsto l’arrivo delle auto che anticipano il gruppo. I ciclisti, invece, arriveranno non prima delle 16,30 in territorio osimano. Gli organizzatori della Rcs Sport considerano che, con un andamento dei ciclisti a 40 km/h, la carovana arriverà all’incrocio di Padiglione alle 16,43, al PalaBaldinelli alle 16,50, al Borgo alle 17,06 e traguardo sotto al Municipio, in piazza Boccolino, scendendo dal corso principale di Osimo, alle 17,14. Si stima dunque per le 18 la riapertura di tutte le strade, tranne quelle dove si trovano le transenne dove gli organizzatori andranno a toglierle appena finita la corsa.

Per chi giungerà da fuori Osimo il Comune ha previsto un bus navetta della Osimo Servizi che ogni 20 minuti collegherà la zona industriale della Stazione (via Agnelli) al Tiramisù di via Colombo (il maxiparcheggio vicino sarà completamente riservato agli organizzatori). Altre navette, quelle della Tpl Osimo, collegheranno invece dalle 7 alle 24 il Tiramisù ai parcheggi di cimitero Maggiore, Misericordia, PalaBellini, Le Fornaci, via Fagioli, San Carlo, campo sportivo Santilli e Le Coccinelle, ma solo da questi ultimi tre il servizio di trasporto gratuito sarà garantito anche nell’orario clou, tra le 14 e le 18. Il Comune ha stimato che con il Giro arriveranno a Osimo 1.500 giornalisti, 239 televisioni, 2000 addetti all’organizzazione, ma anche appassionati stranieri.

«Abbiamo aiutato un gruppo di 50 canadesi che alloggiano a Rimini e che arriveranno appositamente a Osimo in pullman» ha rivelato il sindaco Pugnaloni. Ma anche dalla città gemellata di Copertino, in provincia di Lecce, arriverà una delegazione, compresa la sindaca. Tra gli eventi collaterali alla corsa rosa, sono previsti il villaggio commerciale alla Sacra Famiglia con gli stand degli sponsor dove prendere gadget, mentre la sera in piazza Gramsci la Notte Rosa col Carovana party. Il programma prevede la sfilata di una dozzina di pick up che dalla Vescovara saliranno in centro storico, ma anche musica con dj-set e tanti omaggi. Per un evento del genere la città si è fatta bella con il decoro urbano tutto in salsa rosa. Non solo le vetrine dei commercianti del centro, ma anche molte della periferia, abitazioni private e addobbi installati dal Comune.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 16 Maggio 2018, 06:55 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2018 16:21

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO