Montemarciano, bimbo cade all'asilo
L'assicurazione non paga il rimborso

Bimbo di un anno e mezzo
cade e si fa male all'asilo
ma l'assicurazione non paga
MONTEMARCIANO - Un bambino di un anno e mezzo cade all’asilo e si rompe la clavicola ma l’assicurazione non paga. Non ha riconosciuto la responsabilità della maestra nell’infortunio al nido d’infanzia “Il Colibrì” di via Abruzzo. Il padre ha scritto al Comune chiedendo almeno l’esenzione della retta per il mese di assenza, visto che il bambino era rimasto a casa. L’ente ha deciso di andare incontro alla famiglia che ha dovuto sostenere anche delle spese.
Il sindaco «Il bimbo è caduto non per omissione di sorveglianza delle insegnanti – spiega il sindaco Liana Serrani – è stata una caduta come può accadere anche ad un genitore in casa. L’assicurazione copre solo se viene riscontrata una colpa che in questo caso non c’è stata». Il bimbo è inciampato, la maestra ha cercato di trattenerlo per il braccio ma non è riuscita ad evitare la caduta. L’infortunio, come rende noto una determina pubblicata all’albo pretorio, è avvenuto il 29 settembre, all’inizio dell’anno scolastico, all’interno del nido d’infanzia “Il Colibrì”, gestito dal Comune di Montemarciano, che ha una capacità ricettiva di 50 bambini. A seguito di una caduta accidentale, durante l’orario di frequenza, ha subito la frattura del terzo medio della clavicola destra. Il Comune accoglie la richiesta della famiglia e paga la retta di un mese. 

Luned├Č 12 Febbraio 2018, 05:50 - Ultimo aggiornamento: 12-02-2018 05:50

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO