Jesi, studente diciassettenne manca
da casa da 5 giorni: famiglia in ansia

Studente diciassettenne
manca da casa da 5 giorni
L'ansia dei familiari
JESI - Non è la prima volta che si allontana senza dare sue notizie, l’aveva già fatto altre volte, anche quand’era appena un ragazzino in tenera età. Ma preoccupa lo stesso la scomparsa di un ragazzo di origine straniera adottato da una famiglia jesina, che da giovedì ha fatto perdere le sue tracce. Non è rincasato dopo la scuola. Inutile l’attesa dei genitori adottivi, che hanno allertato la Polizia per far scattare le ricerche. L’ipotesi, anche stavolta, è quella di un allontanamento volontario, anche se non ci sarebbe una causa scatenante alla base del gesto: né una lite con i genitori, né un brutto voto a scuola, una qualche delusione che possa aver causato un blackout. I genitori rivivono una disperazione già tristemente conosciuta, di quando sei anni fa il loro bambino era scappato e si era nascosto in un capanno nei pressi del cimitero.

La speranza è che anche stavolta venga ritrovato sano e salvo e al più presto possibile. Gli agenti del Commissariato, coordinati dal vice questore aggiunto Mario Sica, stanno perlustrando la zona. E’ stata attivata la macchina delle ricerche di persone scomparse, cui collaborano tutte le forze dell’ordine con la protezione civile e i vigili del fuoco, e non viene esclusa alcuna ipotesi, neanche quella che possa aver preso un autobus o un treno. Sono giunte segnalazioni, la Polizia le sta tuttora valutando, di avvistamenti a Monsano e a Senigallia, ma non sono state confermate. L’allarme è anche sui social. I genitori si stanno prodigando come possono, lo stanno cercando in tutti i luoghi familiari, quelli dove il ragazzo potrebbe essersi rifugiato, sono stati sentiti gli amici e i compagni di scuola. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 8 Maggio 2018, 04:55 - Ultimo aggiornamento: 08-05-2018 04:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO