Jesi, evade dagli arresti domiciliari
e rapina due tabacchi: maxi condanna

Evade dagli arresti
domiciliari e rapina
due tabacchi: maxi condanna
JESI - Arrestato per una rapina a mano armata in un bar di Macerata, viene messo ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. Ma prima di presentarsi in tribunale davanti al giudice, scappa e si dà alla macchia, finendo a Jesi. Qui, secondo la procura dorica, commette due blitz armati nei confronti di altrettante tabaccherie nel giro di dieci giorni, mettendo le mani su 6mila euro. Ne passa altri otto da latitante e poi viene arrestato il primo aprile. Dove? A casa della compagna con cui aveva deciso di ricongiungersi in occasione del giorno di Pasqua. E’ stato condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Settembre 2018, 08:15 - Ultimo aggiornamento: 14-09-2018 08:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO