Il ragazzo dello spray fermato con la droga
Nel residence aveva due etti di stupefacenti

Ragazzo dello spray fermato
con la droga: nel residence
aveva due etti di stupefacenti
di Andrea Taffi
ANCONA - Quindici anni, italiano, due etti di stupefacenti nell’alloggio, pare cocaina, e un’accusa pesantissima. Quella di essere stata il detonatore della strage di Corinaldo, quello che nebulizzando dello spray urticante, ha creato l’onda di panico che ha trasformato la Lanterna Azzurra in un inferno di morti e feriti. I carabinieri sono arrivati a lui nelle prime ore della mattina di sabato quando i cadaveri dei sei morti della Lanterna Azzurra erano appena arrivati alla camera mortuaria di Ancona. Non sono nemmeno dovuti arrivare lontanissimo, si parla di un residence di Senigallia: a fare nome e cognome, come anticipato ieri dal Corriere, sono stati gli amici che lo avevano riconosciuto nella calca della sala principale dell’angusto locale di Madonna del Piano dove si aspettava l’arrivo del rapper Sfera Ebbasta.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 10 Dicembre 2018, 03:05 - Ultimo aggiornamento: 10:04