Meningite, servono altre 24 ore
per la diagnosi: il paziente migliora

Meningite, servono
altre 24 ore per la diagnosi
Il paziente migliora
FABRIANO - Sono proseguiti per tutta la giornata di ieri gli esami e gli accertamenti sul 40enne del comprensorio che è stato ricoverato all’ospedale Profili per un caso di sospetta meningite che non è stata ancora confermata. Al momento l’uomo è stato trasferito all’ospedale di Macerata.

«Dai colloqui effettuati dai sanitari delle due strutture – ha detto il direttore sanitario del Profili, Stefania Mancinelli – i primi accertamenti di laboratorio depongono per una probabile meningite causata da batteri patogeni più aggressivi, sono in corso ulteriori approfondimenti di secondo livello sul liquido cerebrospinale per procedere a diagnosi definitiva entro oggi. Le condizioni cliniche generali del paziente, attualmente, pur persistendo febbre, sono state definite buone. Per quanto concerne la gestione della profilassi nei contatti stretti, sia l’Ospedale che il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica di Fabriano – conclude Mancinelli - hanno agito tempestivamente secondo le procedure previste mantenendo la situazione sotto controllo».

Questo il quadro aggiornato circa le condizioni di salute dell’uomo residente nel comprensorio fabrianese che è stato inizialmente ricoverato, per diversi giorni, a Fabriano per i primi esami del caso e che ieri è stato trasferito a Macerata. Al momento, quindi, si attende l’esito degli esami per confermare o meno la diagnosi. «Mercoledì – ha detto la dottoressa Mancinelli - è stata presentata denuncia di sospetta meningite così come prescrive la normativa. Il paziente presentava uno stadio infiammatorio generalizzato, tra cui febbre alta e diversi valori alterati. Non è ancora certo che si tratti di meningite, né se di origine virale o batterica. Al momento è solo un sospetto e, per questo, è stata presentata denuncia per sospetta meningite come prescrive la normativa».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Maggio 2017, 17:11 - Ultimo aggiornamento: 19-05-2017 17:11

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO