Florin è morto soffocato dai detriti
La titolare del frantoio è indagata

Florin è morto soffocato
dai detriti: indagata
la titolare del frantoio
CORINALDO - Indagata la titolare del frantoio Brignoni per la morte del piccolo Florin. Il bimbo di 5 anni e mezzo è soffocato dai detriti depositati nelle acque del pozzetto dove è precipitato. È quanto emerso dall’autopsia eseguita ieri pomeriggio dalla dottoressa Loredana Buscemi. Gli scarti delle olive hanno ostruito le vie respiratorie. Una morte rapida. Quando è stato recuperato dai vigili del fuoco era già in arresto cardiaco anche se il decesso è stato dichiarato due ore dopo in ospedale, dove hanno tentato invano di recuperare il battito. Ha appena 31 anni e un figlio in arrivo la titolare del frantoio dove domenica si è consumata la tragedia. 

Ieri le è stato notificato l’avviso di garanzia per il reato di omicidio colposo. Un atto dovuto per consentirle di nominare un perito di parte per l’autopsia, essendo un esame irripetibile. È iniziata ieri alle 16. Prima i genitori hanno dovuto effettuare il riconoscimento. Lo hanno rivisto la prima volta dopo quel volo di quattro metri in cui ha perso la vita. «Non c’è stata alcuna dimenticanza – precisa subito l’avvocato Giuseppe Muzi, legale della famiglia Brignoni –, l’attività era in corso quando si è verificato l’episodio. Nel pozzetto era inserito un tubo e il coperchio era sollevato per farlo passare, come avviene normalmente durante la lavorazione. L’avviso di garanzia è stato solo un atto dovuto. Del resto il bambino non era solo, c’erano i suoi familiari con lui, lì accanto. Il frantoio sta lavorando, solo una piccola area è sequestrata e la mia assistita è molto più che sconvolta per quanto accaduto». Ieri pomeriggio è stata allestita la camera ardente nella chiesetta dell’ospedale. Anche oggi si potrà far visita a Florin Petru Strambu, domattina l’ultimo saluto. Alle 9 o alle 9.30. L’orario preciso è da fissare. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 15 Novembre 2017, 05:25 - Ultimo aggiornamento: 15-11-2017 05:25

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO