Raid dei ladri affamati negli scantinati
La banda ruba provviste e scola il vino

Raid dei ladri affamati
negli scantinati: banda ruba
provviste e scola il vino
CASTELFIDARDO - Entrano nei garage dei condomini di periferia, cerando di rubare cibarie e, in alcuni casi, attrezzi da lavoro e scooter. Ma non salgono negli appartamenti, si limitano al seminterrato. Un’ondata di furti con le stesse, insolite, modalità sta colpendo Castelfidardo da ormai due settimane.

Gli ultimi raid la notte scorsa, verso le 3 di mattina, in via Nino Rota, una stradina in zona Fornaci che si immette in via Rossini. I ladri sono entrati quando tutti dormivano. Sono passati attraverso un locale che conduce al corridoio dei vari garage. «Son passati di lì perché –ha rivelato ieri uno dei residenti vittima dei furti- in questi giorni abbiamo la serratura da cambiare. Una volta dentro hanno sfondato tutte le porticine interne di legno truciolato per l’accesso ai garage di ognuno di noi». E lì, una volta entrati in ogni garage, hanno cercato più che altro cose da mangiare, forse anche soldi dentro le macchine, forzate ma nessuna rubata. «I danni maggiori li hanno fatti alle porticine perché poi non hanno rotto macchine, bici o scooter, in fondo –commenta rammaricato il residente di via Rota- ci è andata bene».

Curioso il fatto che, durante il furto, i ladri abbiano trovato tempo e sangue freddo per fermarsi a scolare una bottiglia di vino, ritrovata completamente vuota. «Non sono spaventato dal bottino e dai danni, semmai dal fatto che mio figlio è rientrato a casa alle 2, poco prima che arrivassero i ladri» ha spiegato ancora il fidardense tra le vittime del condominio, nel quale l’ultimo furto, dicono, risale addirittura a 20 anni fa. I ladri da via Rota si sono poi diretti in un altro condominio in via Perosi, proprio vicino alla stazione dei carabinieri, che stanno indagando in queste ore sui furti della notte scorsa. Ma già due settimane fa i ladri avevano colpito sempre a Castelfidardo e sempre entrando nei garage anziché negli appartamenti. Era successo in via dei Castagni, quartiere Sant’Agostino, la parte opposta della città. Qui sono entrati in azione non di notte, ma verso le 18,30. Una residente vittima di quei furti racconta: «Mi hanno rubato uno scooter e attrezzi da meccanico poi si sono bevuti una birra e hanno fatto un casino in tutti e tre i garage del condominio». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 13 Ottobre 2017, 11:06 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 11:06

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO