Ancona, stuprata 15 volte dal pusher
di eroina: nigeriano a giudizio immediato

Stuprata 15 volte dal pusher
di eroina: nigeriano
a giudizio immediato
di Federica Serfilippi
ANCONA - Dal carcere alla sbarra senza passare per l’udienza preliminare. È stato chiesto e ottenuto dalla procura il giudizio immediato per Isaac Adejoju Adetifa, il 32enne nigeriano arrestato lo scorso novembre dalla Squadra Mobile con l’accusa di violenza sessuale aggravata per – dice la procura – aver abusato in almeno 15 occasioni di una 23enne anconetana all’interno di uno stabile fatiscente di via Pergolesi, occupato abusivamente da lui e da una decina di connazionali.
Stando alle indagini, la ragazza sarebbe stata stuprata sempre dopo aver assunto stupefacenti. L’udienza davanti al collegio penale è stata fissata per il 4 aprile.
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 22 Febbraio 2019, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 05:00