Ancona, donna incinta chiede aiuto:
«Mio marito mi ha presa a calci»

Donna incinta chiede
aiuto: «Mio marito
mi ha presa a calci»
ANCONA «Correte, sono incinta e mio marito mi ha preso a calci». Con queste parole un’anconetana di circa trent’anni ieri mattina ha chiesto aiuto al 112 dalla sua abitazione di via Rismondo. Subito è scattata l’emergenza. Sul posto sono piombati i carabinieri e il 118 per soccorrere la donna, capire cosa fosse successo ma prima di tutto sincerarsi delle condizioni sue e del bambino. Fortunatamente l’allarme è rientrato. La futura mamma, piuttosto agitata, è stata accompagnata al pronto soccorso del pediatrico Salesi per una visita di controllo, ma dai primi accertamenti la gravidanza non sarebbe a rischio. Sui fatti indagano i militari della stazione del Poggio, intervenuti con una pattuglia nel quartiere Adriatico quando, attorno alle 9, la donna ha chiesto aiuto al telefono. Secondo una prima ricostruzione, nell’appartamento di via Rismondo sarebbe scoppiata una lite piuttosto accesa fra moglie e marito. Al culmine del diverbio, lui avrebbe alzato le mani.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 11 Ottobre 2018, 06:05 - Ultimo aggiornamento: 11-10-2018 06:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO