Damiani, stop allo stato di sedazione
in ospedale ha parlato con la moglie

Damiani, stop allo stato
di sedazione: in ospedale
ha parlato con la moglie
ANCONA - Paolo Damiani non è più sedato e ha potuto scambiare qualche parola con la moglie Nadia Baldini. Sono confortanti le notizie che trapelano dall’ospedale di Spalato sulle condizioni del docente in pensione, investito da una barca mentre faceva un’immersione davanti all’isola di Korcula.

Si attenua la tensione, ma ci vorrà ancora del tempo, prima che l’ex docente di educazione fisica si ristabilisca completamente. Che di miglioramento del quadro clinico si possa parlare, lo testimonia la decisione dei medici di Spalato di interrompere lo stato di sedazione cui Damiani, 64 anni, è stato sottoposto, subito dopo il ricovero. Secondo quanto si è appreso, avrebbe riportato lesioni al costato e a un braccio. Ora si tratta di capire, quando potrà essere trasferito ad Ancona, per la convalescenza, ma ci vorrà ancora qualche giorno prima di prendere una decisione in questo senso. Il fisico di Damiani - afferma chi lo conosce - è sicuramente rodato e prestante, ma non si vuole affrettare il rientro con il rischio di pregiudicare il recupero.

L’incidente di cui è rimasto ferito Damiani, nel giorno di Ferragosto, è ancora da ricostruire con certezza. Il prof, appassionato sportivo, stava facendo un’immersione nelle acque cristalline dell’isola di Korcula, tra Spalato e Dubrovnik. Con lui c’erano la moglie e una comitiva di amici. Risalendo in superficie, c’è stato l’impatto contro un’imbarcazione per cause che restano ancora da chiarire. Le ferite al costato e a un braccio sono apparse subito gravi tanto che si è deciso di trasferirlo all’ospedale di Spalato, uno dei più attrezzati della Croazia. Dopo il ricovero, ieri le prime notizie positive.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 19 Agosto 2018, 05:55 - Ultimo aggiornamento: 19-08-2018 05:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO