Ancona, la baby gang di piazza
Roma: armati per rapinare i ragazzini

La baby gang di piazza
Roma: armati
per rapinare i ragazzini
ANCONA - La partita era una scusa. La frustrazione per l’eliminazione ai rigori dell’Italia dagli ultimi Europei, ad opera della Germania, una banale giustificazione. In verità, il gruppetto di bulli era in piazza Roma per infastidire ragazzini e derubarli. Delle emozioni di un quarto di finale palpitante e della cocente delusione per un epilogo atroce, dipinto sui volti degli azzurri dell’allora c.t. Conte in quella fatale sera del 2 luglio 2016, non gliene importava un bel niente. I loro cuori battevano per altro. Non per il rigore sbagliato e costato la sconfitta. Bensì per la folle corsa per i vicoli del centro, nel tentativo di sparire dal radar della polizia. Uno cercò di disfarsi di un coltello e un tirapugni, poi rinvenuti dalle Volanti. Fu beccato insieme a un amico, all’epoca diciottenne e albanese come lui, nelle vesti di capobranco.
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 20 Febbraio 2019, 06:20 - Ultimo aggiornamento: 06:20