A tavola con 130 ex dipendenti
Che grande festa per Merloni

A tavola con 130
ex dipendenti: che grande
festa per Merloni
FABRIANO - Operai da tutta Italia a Fabriano per un giorno. 130 dipendenti ex Indesit si sono ritrovati a tavola, alcuni non si vedevano da 40 anni. La soddisfazione di Francesco Merloni, presente alla festa, che ha salutato gli ex dipendenti e ha anche parlato del sito produttivo di Albacina recentemente acquistato. Festa al ristorante Cavallo Pazzo per la conviviale che ha riunito tantissime tute blu. Una giornata, quella che si svolta recentemente, trascorsa in compagnia e in allegria per ricordare gli anni d’oro della fabbrica nello storico sito produttivo dove è decollato il settore elettrodomestico.

Dopo il benvenuto da parte del comitato organizzatore è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo dei tanti colleghi che non ci sono più. Poi una foto di gruppo e il pranzo tra aneddoti e commozione. «Il nostro obiettivo – ha detto Walter Falcioni, uno dei promotori - era quello di coinvolgere, con il passaparola, tutti coloro che hanno lavorato alla Merloni di Albacina e che avrebbero avuto il piacere di incontrarsi ancora. In parte ci siamo riusciti. In molti hanno apprezzato l’iniziativa. Un’occasione per ricordare, raccontare e rivivere insieme gioie e amarezze di una grande esperienza di vita come sono stati gli anni trascorsi nello stabilimento di Albacina». Per l’occasione sono tornati a Fabriano anche lavoratori che, da anni, sono fuori regione che hanno preso servizio in altre aziende o magari già in pensione. 

In molti non si erano più rivisti da anni, alcuni addirittura da 48 anni! Un momento di festa che arriva dopo le tante vicissitudini che hanno coinvolto lo stabilimento di Albacina. Molto applaudite le testimonianze dell’ingegner Enrico Cola e dell’ingegner Francesco Merloni. Cola, per anni direttore dello stabilimento, ha ricordato la storia «di un sito di eccellenza a livello mondiale nella Progettazione, Sviluppo e produzione di apparecchi di cottura per uso domestico, come cucine, piani cottura e forni da incasso». Francesco Merloni ha sottolineato come lo stabilimento di Albacina ha rappresentato, da sempre, per la famiglia Merloni la nascita di una grande industria «nata e sviluppatasi negli anni sotto i principi ed i valori sociali di Aristide Merloni e di sua moglie Maria Mattioli». Merloni, nel suo discorso, ha detto, inoltre, di essere «orgoglioso di aver acquistato da Whirlpool il sito di Albacina», che torna, di nuovo, nella gestione della famiglia che ha rivoluzionato il mondo degli elettrodomestici. Merloni Ariston Thermo, infatti, realizzerà ad Albacina un centro di competenza per la progettazione e produzione di tecnologie rinnovabili avanzate per il comfort termico. Ospiterà le attività progettuali, di laboratorio e produttive relative a questi nuovi prodotti. Da qualche settimana è già iniziata la produzione di pompe di calore. La giornata di festa degli ex operai si è conclusa con il ricordo di Vittorio Merloni. Emozionati alcuni dipendenti che si sono rivisti dopo tantissimi anni a dimostrazione che i rapporti umani, quelli veri, possono superare anche le crisi del mondo del lavoro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 9 Dicembre 2018, 05:20 - Ultimo aggiornamento: 09-12-2018 05:20

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO